Rispondere a questa domanda è sicuramente un’impresa ardua; è come chiedere di misurare il mare. Una vera risposta si può avere soltanto dopo un'accurata ricerca. Noi possiamo solo affermare, secondo le nostre visioni, che Sai Baba è l’immanente Essere Consapevolezza e Beatitudine.

Egli è senza dubbio Dio, che ha assunto forma umana per guidare l’intera umanità. Purtroppo, come in tutte le cose che non fanno parte dell’ordinario, bisogna esaminare tutto a fondo prima di farsi prendere dal pregiudizio - che è innato nella mente dell’uomo. I preconcetti e le barriere mentali hanno limitato perfino la possibilità della venuta dell’illimitabile.

La paura, ma anche l’insicurezza data dall'ignoto hanno il potere di far cadere come un castello di sabbia tutto ciò che nella vita abbiamo acquisito, portano subito alla negazione, al ripudio ed al giudizio. Ma se andassimo ad analizzare con calma e mente aperta, potremmo subito giungere alla conclusione che nulla è impossibile al Creatore dell’intero universo.

Egli infatti può venire quando lo ritiene più opportuno, con la forma che preferisce e nel modo che reputa più giusto; d’altronde per poter verificare una grande altezza bisogna avere una scala altrettanto alta, non vi pare?

Ebbene, la scala giusta per capire chi è Sai Baba è in primis la sensazione del nostro cuore; ma per essere certi che esso non sia influenzato dallo sguardo inquisitore della nostra mente dovremmo sapere cosa ci comunica questa straordinaria figura. Quali sono i Suoi discorsi? Quali sono le Sue azioni? Chi è realmente Sai Baba?

La cosa migliore che il ricercatore di verità possa fare è quello di ascoltare la Sua parola, leggere i Suoi discorsi e conoscere la Sua vita. Egli predica amore costantemente, la Sua vita è il Suo messaggio, le azioni che compie sono sempre un servizio verso il prossimo. Egli è una guida spirituale e morale continua .

Sai Baba afferma che non esistono tante religioni, ma solo una: la religione dell’amore. A tal proposito, Sai Baba paragona Dio (Amore) e le religioni ad un grande albero dove il tronco è Dio, l’amore, la rettitudine ed i rami sono le varie religioni che sono parte integranti dell’albero, pur avendo forme e nomi differenti .

Lui afferma che esiste un solo Dio, che vive nel nostro cuore e può essere adorato in tutte le forme che si voglia, basta solo farlo con il cuore; il miglior servizio che possiamo offrirgli è quello reso al prossimo. Dove c’è amore c’è Dio, dove ci sono giudizio e disprezzo, c’è il nostro ego e quindi non può risiedervi l’eternamente puro.

Non possiamo giudicare le altre religioni perché sono tutti strumenti che elevano il nostro essere al Divino.

Sono innumerevoli le opere che Sai Baba ha costruito per il benessere dell’uomo: ospedali, acquedotti, scuole, ecc..., ovviamente tutte a titolo gratuito.

Egli afferma che esiste una sola casta, la casta dell’umanità. Lo scopo della Sua venuta è la re-stabilizzazione del Dharma, il ripristino della conoscenza e lo sviluppo dell’unica vera consapevolezza: ogni essere vivente è divino, siamo tutti lampadine alimentate da una sola corrente.

Sai Baba afferma: «Dio è dentro di te, scoprilo!».

Chiunque abbia incontrato Sai Baba può affermare che l’amore che esso sprigiona va al di là di qualsiasi sentimento.

Sathya Sai Baba manifesta la Sua piena potenza Divina in vari modi: con l’insegnamento spirituale costante, con l’azione effettiva di opere per tutti, con incredibili miracoli di onniscienza, onnipresenza, guarigioni, resurrezioni e materializzazioni della materia. Egli infatti ha sempre dimostrato di conoscere tutto, di qualsiasi essere umano, anche i segreti più reconditi. Ad ogni modo, il miracolo più grande è la totale trasformazione dell’animo umano. Baba infonde costantemente amore e pace, mostrando ad ognuno la propria divinità, guidando ciascuno verso la strada regia della Realizzazione.

Ogni uomo ha il suo percorso, la sua esperienza da fare. Anche il bigottismo, il pregiudizio, la pigrizia sono strumenti, seppur negativi, usati dal nostro Sé per l’evoluzione dell’anima. Ogni cosa viene usata per arrivare alla meta e compiere il Suo scopo; quindi non è importante come possiamo reputare questo essere straordinario, ci si può credere o meno, ma se ci atteniamo ai Suoi Insegnamenti, alla Sua parola, non possiamo che uscirne migliorati, felici e spiritualmente elevati. La verità sarà sempre la verità e nulla, neanche il più incallito pregiudizio, potrà ostacolarla.

 

PURNA AVATAR | Sai Baba è l’incarnazione del Kalki Avatar, l’Avatara di questo yuga (l’era presente), tuttavia Egli è un Purna Avatar, ciò significa che in Lui si manifestano tutti i poteri e gli attributi pieni di Dio.

Il Purna Avatar possiede una visione onnicomprensiva e l’onnipotenza Divina. La Sua missione è l’unione dell’ umanità. Questo obbiettivo sarà suddiviso in tre epoche con tre differenti incarnazioni: la prima come Sai Baba di Shirdi (1838-1918), dove Egli affermava che si poteva paragonare ad una madre che cucinava in silenzio i piatti per i suoi figli; la seconda come Sathya Sai Baba (1926-2011), dove i piatti preparati vengono resi evidenti e messi in tavola a tutti gli invitati; la terza e ultima come Prema Sai Baba, dove tutti potranno festeggiare e gustare il prezioso cibo finalmente pronto.

Sai Baba riassume in Sé tutte le virtù che l’uomo vorrebbe possedere. Il Suo equilibrio è eccezionale, non si lascia mai dominare da passioni né dall’ira. Quando vuole mostrare un lato severo della Sua complessa Realtà, lo fa solo esteriormente, senza esserne intaccato. È pieno di bontà e di dolcezza, ma senza apparire debole. Ha uno sguardo pieno d’amore, ma senza essere sentimentale. A volte assume un atteggiamento molto umile, ma conserva la Sua piena regalità. Intorno a Lui c’è sempre un’atmosfera Divina, il Suo viso irradia una luce Santa. Le Sue parole sono piene di verità e di pace. Chi le ascolta porta via con sé un patrimonio che prima non sapeva di poter avere. Sai Baba per tutta la Sua vita, giorno dopo giorno, non ha fatto altro che scendere tra folle in attesa, benedire, consigliare, accogliere petizioni, lettere, preghiere, richieste. Ogni giorno ha distribuito vibuthi per guarire, confortare, suggerire la via regale per trovare Dio. Dà direttive e ascolta dal più povero al più ricco e potente del Paese. Distribuisce ai bambini poveri ed ai bisognosi vestiti e coperte.

Sai Baba è come un padre di tanti figli prodighi, che aspetta chi ritorna da Lui. Quando il figlio dissoluto fa ritorno, Egli non lascia che reciti l’autoaccusa del peccatore. Imbandisce un solenne banchetto, gli mette al dito l’anello prezioso, da ordini perché sia trattato con tutti gli onori e gli ricorda che è sempre stato suo figlio, anche quando era lontano da casa.

Le qualità che tutti possono vedere nella personalità di Sai Baba mostrano con irriducibile chiarezza la Sua Santità e la sua Essenza Divina.

In conclusione, la figura di Sai Baba non si può e non si deve spiegare a parole, ma bisogna approfondirla, studiarla, viverla per scoprire la dolcezza e l’amore che infonde nel mondo e nel cuore di ognuno.