SHIRDI SAI BABA RACCONTATO DA SATHYA SAI BABA | Episodio 6
 

Dio è presente in tutti gli esseri

Nel Mio Avatâr come Shirdi Sai Baba, alcuni potevano non comprendere i significati sottili delle Mie parole e azioni. Essi venivano da Baba e protestavano: «Baba! Noi Ti stavamo aspettando perché avevi promesso di venire. Perché ci deludi? Perché ci metti in questa difficoltà? Quali peccati abbiamo commesso?» ed Egli rispondeva: «Siete gente veramente molto sciocca. Io sono venuto, ma voi mi avete scacciato con un bastone». Questi devoti si meravigliavano e dicevano: «Che cosa, Baba!? Potremmo mai commettere questo sacrilegio di mandarTi via con un bastone?» e allora Egli diceva di essere andato da loro nella forma di un cane nero, dimostrando così la verità secondo cui Dio è presente in tutti gli esseri. Quando voi vedete un topo, cercate di prenderlo con una trappola o di ucciderlo con un bastone, ma, se è con il Signore Ganesha, gli offrite i vostri omaggi. Similmente, se vedete un serpente, cercate di ucciderlo o chiamate un incantatore di serpenti che lo catturi, mentre, se è al collo del Signore Shiva, lo riverite. Chiunque sia vicino a Dio sarà riverito e rispettato; la vicinanza di Dio è la vera ricchezza. Sarete onorati a seconda della vostra vicinanza a Dio, ma, se vi allontanate da Lui, nessuno vi guarderà neppure in faccia. In realtà, voi siete sempre vicini a Dio: qualunque cosa vediate e dovunque guardiate, c’è solamente la Divinità. Il Principio Divino è onnipresente; non viene e non va.

 

Sri Sathya Sai Baba, 14 luglio 1996, Festa del Guru Pûrnimâ